Home Page Medit
  Hangar FS9
  Regolamento
  Cosa serve
  Il volo su IVAO
  Il PIREP
  Eventi
  Iscrizione
  Forum Med
  IVAO-IT
  IVAO-HQ


Mediterranea Airlines On-line

Virtual Airlines Service

 Indicazioni  per volare con IVAO

A questo punto dovremo essere iscritti a Ivao, avere installato Ivap e le librerie MTL (le avete trovato nella stessa aerea di download di Ivap), Teamspeak, Servinfo e FSnavigator e soprattutto aver letto i due tutorial Corso di radiofonia e Come compilare un piano di volo. Tenete presente che volando in Italia non sarete obbligati a comunicare in inglese. Se vi viene proposto potete tranquillamente rispondere negativamente e continuare in italiano. Altro discorso, naturalmente, se volete spingervi oltre confine.

1) la prima cosa da fare è collegarsi con Servinfo o IVAE per vedere i Controllori disponibili;

stabilito quale sarà il volo che si vuole effettuare cliccheremo  sulla zona cerchiata, che rappresenta l'Ente che controlla quell'area, e si aprirà una finestra che riporta dei dati importanti per quanto riguarda la pianificazione del volo, come condizioni meteo e, soprattutto, le piste in uso degli aeroporti di partenza e destinazione.

2) Avviate Flight Simulator, sistematevi ad uno stand nel parcheggio dell'aeroporto di partenza, ed aprite FSnavigator. Tenete presente che i nomi delle aerovie spesso vengono cambiate per aggiornamenti, conviene quindi periodicamente fare una visita al sito http://www.navdata.at/ sul quale potere scaricare gli aggiornamenti AIRAC (Aeronautical Information Regulation and Control) per FSnavigator. Nel tutorial Come compilare un piano di volo avete visto che nella pianificazione sono le Aerovie a farla da padrone. Individuate quindi su FSnavigator la radioassistenza (VOR, NDB ecc.) o il fix che vi consente di immettervi su una Aerovia e continuate la pianificazione fino all'aeroporto di arrivo come descritto nel tutorial citato.

Le aerovie cominciano, si intersecano, cambiano direzione e finiscono sempre con una radioassitenza o un fix, quando farete il piano di volo con FSnavigator non metterete come waypoints le aerovie ma le radioassistenze e i fix che le uniscono,quindi, a parte, segnatevi su un foglio di carta quello che sarà poi il piano di volo da inserire nella apposita finestra di IVAP. Ad esempio un piano di volo Roma Fiumicino/Bologna per Fsnavigator è LIRF-BOL-FRZ-BOA-LIPE mentre il piano da inviare con Ivap BOL-UL995-FRZ-BOA. Salvatevi il volo in Fsnavigator in modo da utilizzare durante il volo lo stesso Fsnavigator come un  GPS.

3) Ora è il momento di connettervi alla rete con Ivap. Avviate la connessione e lanciate Ivap. Dopo qualche secondo, automaticamente si collegherà alla sessione multiplayer (con Fs2002 bisogna farlo manualmente). Il prossimo passo sarà quello di premere il tasto CONN per effettuare la connessione vera e propria. A connessione avvenuta apriamo la finestra ACARS->Send Flight Plan e riempiamo il foglio del piano di volo come abbiamo imparato a questo link ed inviamolo. Ricordatevi di utilizzare come orario quello UTC (Zulu) e se avete dubbi su quale sia basta cliccare sul'icona a forma di orologio nella schermata di Servinfo.

Per i primi voli sarà preferibile inserire nei remarks del piano di volo la dicitura 'No charts on board' in modo da usufruire dei vettoriamenti da parte dell'ATC rimandando l'esecuzione di SID/STAR a quando si acquisirà un minimo di praticità con il volo on-line. Le parole 'magiche' che vi consentiranno di cominciare a volare per fare esperienza, senza l'uso delle carte, sono RDR VCT (Radar Vector). Basterà inserirle all'inizio ed alla fine del piano di volo per far sapere al Controllore che avete bisogno di essere vettoriati fino al punto di ingresso della vostra rotta e dal punto di uscita fino all'aeroporto di arrivo. Come nell'esempio di prima, per un volo LIRF LIPE, avremmo RDR VCT BOL-UL995-FRZ-BOA RDR VCT

4) Anche se avete dichiarato di non avere le carte a bordo  consigliamo di avere a portata di mano almeno l'Airport Diagram' (la piantina dell'aeroporto) sia dell'aeroporto di partenza che di destinazione in modo da sapere perfettamente dove siete sul parcheggio e per poter individuare i nomi delle Taxiways. Dovete sapere che tra i cartelli che vedrete lungo le Taxiways di Flight Simulator è quelle reali ci possono essere delle differenze che potrebbero essere causa di confusione. Dato che i controllori usano le carte reperibili sul sito di  Antonio Golfari facciamo lo stesso anche noi così non ci saranno problemi.

5) siamo arrivati al momento dell'handshake (il primo contatto con l'Ente che ci guiderà per il decollo), in questa fase ciò che vi può mettere in difficoltà è il readback (la ripetizione da parte del pilota di ciò che l'ATC ha comunicato). Di solito i controllori sciorinano la Clearance (l'autorizzazione al decollo e i dati necessari per affrontarlo) con una scioltezza disarmante. Il consiglio è quella di appuntarvi i dati man mano che vi vengono detti in modo da non aver poi problemi a ripeterli. A tale proposito qui  potete scaricare una tabella da stampare che vi potrà essere utile.

6) Le classica svista di chi comincia a volare on-line con Ivao è quella di dimenticare di mettere lo Squawk in Charlie (spostare il nottolino nero dalla posizione di STBY a quella di TX) nel momento in cui si apprestano ad entrare in pista e di rimetterlo in Stand-by subito dopo l'atterraggio. Il motivo per il quale i Controllori vi 'bacchettano' (amichevolmente si intende) se non lo fate  è che mettendolo in Charlie i Controllori vi visualizzano sul loro schermo e se lo lasciate in tale posizione quando siete al suolo li mettete in difficoltà con la vostra traccia.

A tale proposito c'è una comoda utility, che oltre ad aggiungere tutta una serie di suoni d'effetto, provvederà ad avvisarvi  che è giunto il momento di mettere mano allo Squawk, all'altimetro e non solo.

 Queste sono le indicazioni minime per cominciare  evitando gli inconvenienti più classici.  Ogni volta che pianificherete un volo e lo porterete a termine avrete la sensazione di aver realizzato qualcosa di grandioso!

 Non siamo entrati nei dettagli riguardo crociera e l'atterraggio dato che le procedure dovrebbero essere note (se non lo fossero vedi tutorial vari disponibili in rete e soprattutto in Ivao) ma una volta chiuso il volo è giunto il momento di inviare (tramite MEDacars) il nostro Report (Pirep) per aggiornare il Roster (elenco dei piloti) con  le nostre ore di volo, previa accettazione del Report (Pirep) da parte dei validatori MED/IVAO della nostra Compagnia.

Per qualsiasi dubbio non esitate porre domande in mailing list o sul forum di Mediterranea Airlines...

Vediamo ora come si effettua la COMPILAZIONE REPORT (PIREP)

Copyright © 2006-2019 Mediterranea Airlines