Aggiornamento Help di
giovedì, 14 aprile 2016 17.57

History Programma FS - HELP PER XPLANE

Installazione programma e operazioni di volo

Per installare il programma è sufficiente creare una cartella e copiarci dentro i file dello zip. Non è necessaria alcun tipo di installazione. MED Acars ha però necessità di alcuni moduli per poter funzionare.

MODULO PER FLIGHT SIMULATOR
FSUIPC

La versione per flight simulator di MEDACARS necessita del modulo FSUIPC.

Se non lo avete già installato (oppure avete una versione antecedente alla 3.85) lo potete scaricare dal sito ufficiale.

Si raccomanda di far attenzione a scaricare quello corretto per il proprio simulatore:
- FS9 -> Versione 3 (l'ultima disponibile)
Avviare l'installer come per la versione 4
- FSX -> Versione 4 (l'ultima disponibile)
Per l'installazione, come descritto in questo topic
, è necessario avviare l'eseguibile e seguire, come da immagine, i 3 passaggi:

NOTA BENE!: A volte può capitare che FSUIPC smetta di funzionare correttamente e crei qualche problema a MDA. Il problema più comune è che MDA non rileva più FS anche se attivo, ma si sono verificati anche altri problemi quali ad esempio errori nel rilevamento del TD o di altre variabili. Nel caso succedesse la cosa più conveniente da fare è andare nella cartella MODULES di FS e cancellare tutti i file di FSUIPC (tutti quelli che iniziano con FSUI) e poi reinstallare FSUIPC.

LIBRERIE ESSENZIALI PER MEDACARS

Per chi non lo avesse ancora fatto è anche necessario avere installato il Framework ormai indispensabile per tutti i programmi di nuova generazione. Ecco una traccia dell'installazione:

- .NET Framework 1.1
Microsoft .NET Framework Version 1.1 Redistributable Package
Microsoft .NET Framework versione 1.1 - Language Pack - Italiano
Microsoft .NET Framework 1.1 Service Pack 1 (KB867460)
Aggiornamento per la protezione di .NET Framework 1.1 Service Pack 1 ASP.NET (KB886903)
Aggiornamento della protezione .NET Framework 1.1 Service Pack 1 SYSTEM.WEB.DLL e MSCOREE.DLL (KB928366)
- .NET Framework 2.0
Microsoft .NET Framework versione 2.0 Redistributable Package (x86)
Microsoft .NET Framework 2.0 Service Pack 1 (KB110806)
Microsoft .NET Framework 2.0 Service Pack 1 (x86) LangPack - Italiano

Infine si consiglia vivamente di avere anche la vostra versione di Windows aggiornata.

*******

Il programma può essere lanciato indifferentemente prima o dopo l'apertura del simulatore.
Tuttavia prima dello Start Log sono indispensabili alcune operazioni:

  1. Lanciare il simulatore e posizionarsi al gate di partenza con i freni di parcheggio inseriti Nota: se volate con un elicottero invece di inserire i freni di parcheggio dovete disattivare la batteria dall'interruttore principale.
  2. Scaricare il meteo reale (obbligatorio) o connettersi ad un network in rete
  3. Regolare data e ora di FS (attenzione che alcuni voli da timetable richiedono un orario preciso)
  4. Imbarcare i passeggeri e il carburante necessario al volo
  5. Compilare il piano di volo (vedi interfaccia utente)
  6. Premere Start Log e iniziare il volo
  7. A fine volo ci si posiziona al gate di arrivo con i freni di parcheggio inseriti (o batteria disattivata se elicottero) e si preme Stop Log (attivo solo una volta al gate con i freni di parcheggio inseriti)
  8. Spedire il report all'interfaccia medgest
  9. Dall'interfaccia spedirlo all'hub di competenza ed eventuali tour
  10. Attendere la validazione

NOTA MOLTO BENE!: UNA VOLTA INIZIATO IL VOLO GLI ORARI E LA DATA DI FS NON DEVONO PIU' ESSERE TOCCATI. PENA IL RIGETTO DEL VOLO

Fate anche attenzione ad evitare dopo lo start log eventuali impostazioni automatiche dell'orario, ad esempio quella di IVAP se volate su IVAO o quella di Time Sync se volate su VATSIM. Disattivatele!

TOP

Interfaccia utente

L’interfaccia utente (GUI - graphical user interface) è una maschera interattiva che a sua volta si interfaccia ai database di MEDgest (ovviamente solo per i piloti connessi alla rete) e che quindi permette di controllare direttamente l’esattezza dei dati inseriti.
I dati di volo sono gli stessi che si inserivano nella maschera di FSAcars, ma con la maschera di MDA (MEDacars) sarà praticamente impossibile sbagliare l'inserimento dei codici.

Nota bene: i campi della maschera si aggiornano premendo l’invio ma è più comodo e corretto utilizzare il tasto tabulazione. Lo stesso effetto si ottiene anche spostandosi con il mouse su un’altra casella. Dal momento che queste operazioni avviano un interrogazione sul server, la cosa potrebbe richiedere qualche secondo in caso di collegamento lento.

Il primo campo che troviamo nella compilazione della maschera è il codice volo. Se si tratta di un volo codificato in Timetable (quindi non 'LIBERO') l'inserimento manuale del codice aggiornerà automaticamente le caselle di partenza e destinazione che ovviamente non dovranno più essere digitate. Nel caso in cui si inserisca invece "LIBERO" dovranno essere inseriti manualmente anche i codici ICAO degli aeroporti di partenza e destinazione.

Vedi sotto per il funzionamento della label "Codice Volo".

esempio: digitiamo (oppure facciamo un copia/incolla dalla timetable) il codice MARR3159 nella casella codice volo. Premendo il tasto Tab il cursore si sposterà sulla casella Partenza mentre tutte le caselle di Partenza e Destinazione verranno automaticamente aggiornate. Premiamo altre due volte "Tab" e ci spostiamo sul campo Alternato dove dovremo digitare il codice ICAO di quest'ultimo.

Si prosegue quindi con l'inserimento del codice ICAO dell'aeroporto alternato. Spostandosi con il mouse o con il tasto Tabulazione al campo successivo verrà decodificato il nome dell'aeroporto alternato, le coordinate dello stesso e tutti i dati utili al programma per varie elaborazioni.
NOTA: per la ricerca dell'alternato è stato associato a MDA il programma MEDalt. Cliccando sulla label
Alternato della maschera di MDA verrà lanciato il programma MEDalt per la ricerca dell'alternato.
Si raccomanda di inserire sempre un alternato valido.

Per quanto riguarda l’aereo bisogna inserire sempre il codice iata e dovrà per forza essere un codice presente sul database aerei di Mediterranea. Se codice non fosse presente sul nostro database si dovrà utilizzare un aereo simile oppure avvisare lo staff Mediterranea attraverso il forum, affinché il nuovo codice venga inserito.
Se nella timetable è indicato uno dei seguenti codici-aereo IATA da utilizzare, sei autorizzato ad usare anche uno degli altri codici-aereo IATA indicati come equivalenti nella stessa riga.

ATTENZIONE! Questo non significa che l'aereo dichiarato su MDA può essere indifferentemente un 319, un 320 o un 321. L'aereo dichiarato su MDA dovrà essere SEMPRE il modello di aereo effettivamente usato. Evitare inoltre di utilizzare i codici indicati con la dicitura ALL PAX MODEL, utilizzare invece il modello esatto del proprio aereo.

141 142 143 146

318 319 320 321 32S

330 332 333

340 346

703 707

712 717

721 722 727

731 732

733 734 735

736 738 739 73G 73H 73W

741 742 743

744 747

752 753 757

762 763 764 767

772 773 777

AR1 AR8 ARJ AX1 AX8

AT4 AT5 AT7

ATR

BE1 BEH

CR1 CR2

CR7 CR9

DH3 DH4 DH8

ER3 ER4 ERJ

E70 E90

M80 M81 M82 M83 M87 M88

Per quanto riguarda la matricola non dovrà essere digitata in quanto verrà letta direttamente dal file di attivazione (vedi Download).

Nota bene: I piloti che effettueranno il volo inaugurale riceveranno la chiave di attivazione contestualmente all'e-mail. Con quella chiave potranno effettuare soltanto il volo inaugurale. Una volta assunti dovranno scaricare in fondo a questa pagina la chiave di attivazione definitiva.

Il livello di volo in crociera va sempre indicato con tre cifre. Selezionando il tipo volo VFR il campo del livello di volo scomparirà e non sarà quindi necessario indicarlo.

Infine si indicherà se si vola su un network (IVAO o Vatsim) oppure no, e il piano di volo (Rotta) che potrà essere scaricato da Route Finder raggiungibile anche dal programma. con TAB apposito.

L’avvio del volo (Start Log) sarà permesso solo quando tutti i campi sono stati valorizzati.

Nota: Una volta avviato il volo, i campi della maschere non saranno più modificabili, tranne quello della rotta (per eventuali modifiche alla rotta), quello dell'alternato (per poter modificare l'alternato in caso di necessità), quello del livello di volo (per eventuali modifiche) e il menù del network. Al momento dello stop log le righe del report che riportano questi dati verranno aggiornati con i nuovi dati inseriti durante il volo.

Per tutti i voli con orario di decollo prefissato, un avviso a video su FS subito dopo lo "start log"  comunicherà gli orari esatti entro cui va effettuato il decollo.

Funzionamento della label CODICE VOLO - In alternativa alla procedura finora illustrata è possibile - ma sconsigliato - lasciare vuota la casella del codice volo, inserire manualmente i codici degli aeroporti e il codice dell'aereo e finalmente fare click sulla label "Codice Volo":  si attiverà un interrogazione sul server per vedere se per quel volo e con quell'aereo esiste un codice-volo entro la  timetable, che se trovato sarà automaticamente inserito nella casella. Se non trovato, comparirà invece il codice "LIBERO". Andranno poi inseriti gli altri dati (livello di volo, eventuale network e piano di volo) come descritto sopra. Tuttavia nel caso di doppioni (cioè di voli che collegano due medesimi aeroporti con lo stesso aereo ma con diverso orario di decollo - è il caso p.e. di alcuni voli MADFxxxx), l'interrogazione restituirà sempre il codice del volo che parte per primo, codice che andrà cambiato manualmente se si intende effettuare un volo con altro orario di decollo. In tali casi quindi è consigliabile consultare la Timetable (TAB apposito) prima di iniziare il volo, per verificare l'esatta corrispondenza dei dati impostati. In ogni caso il programma non permetterà di inserire il codice 'LIBERO' se in timetable è presente un codice volo corrispondente a quella tratta con quell'aereo.


Nota bene: se il pilota non è connesso alla rete la decodifica dei dati non sarà possibile e molte delle caratteristiche del programma non saranno disponibili.

Se il programma non sarà stato in grado di accedere a tutti i dati di cui ha bisogno per lo svolgimento del volo ci avviserà:  AVVISO - Il volo continuerà in mod. 'sconnessi alla rete' e molte delle sue funzioni (possibilità di atterrare sull'alternato, rifornimento in volo ecc.) non saranno più disponibili. Pertanto dovremo annullare il volo, digitare i dati mancanti e riavviare il volo

In caso di temporanea mancanza della rete durante il volo invece, MDA è in grado di continuare, ma molte delle sue caratteristiche non sono più disponibili. Evitate quindi di continuare il volo in caso di black-out della rete soprattutto se siete in procinto di passare da una fase ad un'altra del volo. in quel caso è meglio mettere in pausa il simulatore, chiudere temporaneamente MDA e poi ripartire non appena la rete è di nuovo disponibile. Da regolamento è consentita una disconnessione massima di 20 minuti. Nel caso ricordate di segnalarlo nelle note.

Nota molto bene: nelle ultime fasi del volo, negli ultimi istanti prima dell'atterraggio, NON è consentito  utilizzare la pausa o entrare nel menù di FS, pena il possibile rigetto del volo da parte degli hubcap.


Tuttavia, solo per quei piloti che erano autorizzati a volare sconnessi dalla rete, il volo potrà anche essere continuato in una sorta di "modalità ridotta". In questo caso i controlli del volo saranno demandati  a Medgest una volta trasmesso il report ma come ripeto molte delle caratteristiche del programma non saranno più disponibili anche se si dovesse attivare il collegamento a volo iniziato.


Per questo tipo di voli sul report comparirà la segnalazione: "
Data Wanting - Volo avviato in modalità sconnesso dalla rete"

TOP

Gestione degli errori e altre voci di Menù

MEDacars è un programma scritto in Visual Basic .NET, un linguaggio che come JAVA, o come i linguaggi di programmazione più evoluti, permette la gestione delle eccezioni (errori). Questo cosa vuol dire? Che se un errore è "gestito" in modo intelligente, non manderà in crash il programma ma farà quello che gli chiede il programmatore.

Tutto questo per dire che in caso di errore il programma invece che piantarsi (come solitamente fa FS) produrrà una segnalazione a video e poi andrà ad aggiornare due distinti LOG degli errori, uno per gli errori riguardanti le routine di FS (fasi di volo) e uno per gli errori di sistema (salvataggio file, connessioni ecc.). In alcuni casi sarà persino possibile continuare il volo ignorando l'errore.

Dal menù Help di MEDacars troverete quindi due voci di menù che permettono di accedere a questi due file di testo e che saranno molto utili per capire cosa ha provocato l'eventuale errore e poterlo correggere.

E' anche possibile azzerare i log una volta che il problema è stato segnalato.
Nello stesso menù trovate anche l'Help (che porta a questa pagina) e i "Credits" del programma.

Il menù a destra Operazioni FS consente invece alcune operazioni sul simulatore. In particolare abbiamo la possibilità di impostare la data di sistema (UTC), l'orario UTC di sistema oppure entrambi.
Mai più report con data sbagliata! Il programma non consentirà di avviare il report se la data è sbagliata. In caso di segnalazione basterà quindi lasciare impostare la data a MDA saremo sicuri di non sbagliare.

Nota bene: attenzione però ai voli con orario obbligatorio in quanto MEDacars non effettua alcun controllo sugli orari.

Nel primo menù Opzioni abbiamo invece tre opzioni selezionabili:

  • Usa Systray: Consente di ridurre il programma nelle Sys Tray quando viene ridotto a icona.

  • Mantieni dati piano: consente invece di mantenere sempre memorizzati i dati del piano di volo.

  • Usa Autosave MDA: MDA ha un autosave incorporato che permette di salvare ogni 5 minuti il volo. Il volo creato da MDA si chiama Autosave-MEDacars.FLT e si trova nella cartella di default dei voli salvati dall'utente. Nota bene: è IMPORTANTISSIMO avere un autosave attivo in caso di crash di FS o di sistema, altrimenti diventa difficile recuperare il volo. Pertanto se non state già utilizzando un altro Autosave, attivatelo! Se però è già attivo un altro autosave fate attenzione perchè due autosave insieme potrebbero andare in conflitto. Accertatevi di non avere la dll autosave.dll nella cartella modules di FS.

  • Mantieni sincronia orologio: utile per tutti quei piloti che hanno avuto problemi di UTC Jump ovvero di salti imprevisti dell'ora di FS. Attivando questa opzione, l'orologio di UTC viene controllato ogni minuto in modo che non subisca salti durante lo svolgimento del volo. Il controllo però può provocare la comparsa per una frazione di secondo della finestra di caricamento, che comunque non comporta nessun problema (tranne ovviamente il fastidio di averla).
    In ogni caso se non avete problemi di UTC Jump potete ignorare questa opzione, se invece li avete nonostante l'opzione Keep FS Cloch sync'd to real time di FSUIPC, allora provate a utilizzarla, almeno durante la crociera. In questo modo sarete sicuri che l'orologio di FS non subirà salti durante il volo.
    A partire dalla versione 3.0 è stato attivato un controllo che in caso di UTC Jump considera gli orari reali invece di quelli di FS. Tuttavia il problema rimane e deve essere risolto a livello di simulatore.
    NOTA DALLA VERSIONE 3.4 dalla versione 3.4 la gestione della sincronia orologio e dell'UTC Jump viene modificata per renderla più efficiente. Con le nuove funzioni, qualora l'opzione di sincronia orologio sia attivata, la modifica dell'orologio avviene soltanto se l'orario di FS si discosta di oltre 10 minuti dall'orario reale. Quindi non si avrà più il problema della finestra di caricamento e la sincronia orologio si potrà lasciare attivata senza problemi.
    Se invece la sincronia orologio non viene attivata, in caso si presenti uno scostamento di oltre 20 minuti tra l'orario di FS e l'orario reale, l'UTC Jump verrà segnalato sul report e per il volo saranno considerati non più gli orari di FS ma gli orari reali.
    NOTA DALLA VERSIONE 5.0 dalla versione 5.0 nel menù Help è stata aggiunta la voce "Visualizza consumo aerei". Questo apre un file di testo che si trova nella cartella di MDA e che si chiama consumi.txt. In questo file sono elencati tutti i codici iata degli aerei utilizzati in Mediterranea con i consumi rilevati in Kg./ora. Grazie a questo, che volendo è anche possibile modificare secondo le proprie esigenze, dopo lo "start log" sulla schermata principale di MDA comparirà una label che ci darà utili indicazioni sulla nostra autonomi residua.

TOP

Cosa fare in caso di errore del programma

Sebbene capiti molto raramente anche in MDA può capitare un errore di programa. Ci possono essere due tipo di errori del programma:

  1. Errori gestiti: che danno una segnalazione su MDA ed aggiornano i log degli errori. In molti casi è possibile continuare il volo.
  2. Errori non gestiti: producono una tipica finestra di errore.

Nel primo caso caso:

compare una segnalazione in fondo al programma. Nel messaggio viene anche riferito quale dei due log viene aggiornato. Nel caso dell'esempio viene aggiornato il log degli errori FS. Quindi andare nel menu di MDA 'Help' e aprire il log degli errori di FS. Controllare che la data e l'ora dell'errore corrisponda, quindi comunicare il testo dell'errore sul nostro forum fornendo il maggior numero di dettagli possibili riguardo alle circostanze in cui si è verificato l'errore.

Nel secondo caso:

Compare una finestra come questa. Aprire i dettagli dell'errore (Details) e copiare il testo. Può anche essere utile fare una "foto" della finestra. In alternativa copiare il testo dell'errore (basta il secondo paragrafo dove viene descritto il tipo di errore). Quindi comunicare il testo dell'errore sul nostro forum fornendo il maggior numero di dettagli possibili riguardo alle circostanze in cui si è verificato l'errore.

NOTA MOLTO BENE: in caso di errore è molto importante comunicare questi dettagli altrimenti diventa molto difficile risalire al problema per risolverlo. Quindi raccomando di evitare segnalazioni di errore se non accompagnate da questi elementi fondamentali!

TOP

Operazioni particolari

MEDacars consente una serie di operazioni particolari che non erano consentite precedentemente e che risolvono gran parte dei problemi che presentava FSacars.
Vediamo cosa ci permette MEDacars:

Crash di FS: In caso di crash del simulatore basterà avere installato un programma di "AUTO SAVE" (oppure utilizzare quello di MDA) per poter riprendere il volo. E' importante regolarlo su un tempo abbastanza breve (massimo 5 minuti come quello di MDA) per non avere una eccessiva discordanza tra il tempo di volo e il tempo reale che viene rilevato da MEDacars.
In caso di crash del simulatore conviene fare queste operazioni:
- chiudere temporaneamente MEDacars
- Riavviare il simulatore e caricare l'ultimo volo salvato
- Riavviare MEDacars

Nota bene: Riguardo al tempo di volo è importante rilevare che per avere una sincronia tra il tempo di volo e il tempo reale è necessario attivare da FSUIPC l'opzione Keep FS Cloch sync'd to real time.


Crash del sistema:
a differenza di FSacars, MEDacars è in grado di gestire anche un crash del sistema operativo o dello stesso programma. Infatti MEDacars è stato progettato per mantenere memorizzata ogni operazione in ogni fase del volo a partire dal decollo fino all'atterraggio, quindi è in grado di ripartire in qualsiasi momento del volo.
In caso di crash del sistema dovremo quindi:
- Riavviare il sistema
- Riavviare FS e caricare l'ultimo volo salvato dall'autosave e riprendere il volo
- Rilanciare MEDacars

Sia il crash di sistema che il crash di FS verranno registrati sul Report.

Atterraggio su scalo intermedio: durante i voli nel Tour in Alaska è stato necessario fare degli scali intermedi. Questo ci ha impedito di utilizzare FSAcars. Con MEDacars invece, per rendere tutto più realistico, sarà possibile (quando necessario) effettuare anche degli scali intermedi. Supponiamo ad esempio che in un Long Range abbiamo trovato forti venti contrari e il carburante cominci a scarseggiare. L'unico modo per poter fare rifornimento e non perdere il volo, sarà di atterrare presso uno scalo intermedio, fare rifornimento e poi ripartire. Tutto questo verrà segnalato sul report. Ovviamente il rifornimento in volo non sarà consentito e porterebbe al rigetto del volo da parte dell'hub.

Nota bene: Questa funzione non è disponibile per chi vola in modalità sconnessa. Quindi i piloti autorizzati a volare sconnessi potranno atterrare soltanto all'aeroporto di destinazione, esattamente come accadeva con FSacars. Qualsiasi atterraggio al di fuori della destinazione porterà al rigetto del volo.

NOTA: può capitare che per un errore sulle coordinate del database ci venga attribuito l'atterraggio su scalo intermedio anche se in realtà siamo atterrati a destinazione.
In quel caso, se siamo certi di essere atterrati a destinazione e di non aver commesso errori, potremmo forzare la chiusura del volo grazie ad un tasto che comparirà sotto la label della fase volo. Una volta forzata la chiusura potremo poi effettuare lo stop log, come se fossimo atterrati a destinazione.
Verrà tutto segnalato sul report, in quel caso sarebbe comunque opportuno segnalare l'anomalia sul forum affinché le coordinate sul database vengano corrette.

Atterraggio su aeroporto alternato: Altra cosa che con FSAcars non era possibile era atterrare sull'aeroporto alternato. Con MEDacars anche questo sarà possibile rendendo tutto più realistico. Inoltre, atterrando sull'aeroporto alternato, MEDacars sarà in grado di verificare se esiste un nuovo codice volo per quella tratta in modo da aggiornarlo automaticamente. In caso non esistesse il codice per quella tratta, il volo sarà trasformato in "LIBERO".  

Nota bene: Anche per questa funzione vale il discorso precedente. Per chi vola in modalità sconnessa qualsiasi atterraggio al di fuori della destinazione porterà al rigetto del volo.

Rifornimento durante il volo: In caso si fosse calcolato male il carburante necessario, come già accennato con MEDacars sarà possibile atterrare su un aeroporto intermedio e fare rifornimento. Qualsiasi rifornimento in volo verrà segnalato e porterà al rigetto del volo stesso. 
Quindi se avete problemi con il carburante potete:
- atterrare in un aeroporto che non sia la destinazione o l'alternato
- andare al gate
- rifornirvi del  carburante necessario
- tornare alla pista, decollare e ripartire

Sul log verrà tutto segnalato.
Possibilmente non effettuate più di un rifornimento nello stesso volo
.

Nota bene: Chiaramente chi vola in modalità sconnessa, non potendo atterrare su altro aeroporto diverso dalla destinazione, non potrà usufruire di questa possibilità.

Simulation Rate e Slew: Il volo deve essere condotto in simulation rate normale (1X) e senza slew. Qualsiasi uso di queste due opzioni durante il volo, oltre ad essere inibite, saranno segnalate sul report.

Crash dell'aereo: Come accadeva con FSacars, se si ha un incidente aereo, non è più possibile continuare il volo. Tuttavia, a differenza di FSAcars, MDA non rileva eventuali incidenti a terra. In questo modo viene scongiurato il fastidio di avere problemi in caso di collisione con un oggetto invisibile.
Si raccomanda però di disattivare dalle opzioni di realismo "aircraft stress causes damage" e "Allow collisions with other aircraft"

Queste sono le impostazioni consigliate con MDA:

TOP

Fasi di volo



Nella parte bassa dell'interfaccia utente è presente un etichetta con la scritta Fase Volo, seguita da un numero. Questo numerino è molto importante per come è strutturato il programma e sulla base di questo flag si basano le fondamenta del flusso di programma.
Osservando questa etichetta sapremo sempre in che fase di volo ci troviamo e quindi cosa si aspetta il programma da noi.

Di seguito descrivo brevemente le varie fasi  e le principali azioni che portano al passaggio della fase successiva:

  • Fase volo = 0: Attiva quando stiamo iniziando un nuovo volo o quando abbiamo avuto un incidente aereo (crash aereo), in quel caso non sarà più possibile inviare il report e il volo dovrà essere annullato. Se invece stiamo iniziando un nuovo volo la pressione del tasto Start Log ci porterà alla fase di volo 1.
  • Fase volo = 1: In questa fase ci troviamo al gate con i freni di parcheggio inseriti. Basterà rilasciare i freni per passare alla fase 2.
  • Fase volo = 2: In questa fase comincia il nostro taxi verso la pista di decollo. Una volta decollati inizia la fase più importante: la fase 3 ovvero la fase di volo!
  • Fase volo = 3: Siamo in volo. Le sole azioni che possono modificare questa fase sono:
    - il crash dell'aereo (si ritorna in fase 0 e si deve ricominciare il volo)
    - l'atterraggio su un aeroporto intermedio: ci porterà in fase 4
    - l'atterraggio a destinazione o sull'alternato: ci porterà in fase 5
    nota bene: in fase 3 inizia il salvataggio dei dati utile in caso di crash, pertanto se si volesse annullare il volo per qualche motivo per iniziarne uno nuovo, non basta chiudere MDA ma è necessario premere il tasto "Annulla Volo".
    Fase volo = 4: questa fase si attiva quando atterriamo in un aeroporto che non corrisponde con le destinazioni indicate sul piano. Essendo necessario decodificare l'aeroporto questa fase non può essere utilizzata da chi vola sconnesso. Il successivo decollo da questo aeroporto intermedio ci riporterà in volo per la nostra destinazione e quindi nuovamente in fase 3.
  • Fase volo = 5: si attiva quando atterriamo a destinazione o sull'alternato. Subito dopo inizia il nostro taxi verso il gate. Una volta inseriti i freni di parcheggio passiamo in fase di volo 6 (deboarding).
  • Fase volo = 6: Siamo al gate di arrivo, con i freni inseriti e stiamo sbarcando i passeggeri. Una volta terminate queste operazioni possiamo premere il tasto Stop Log e passare in fase di volo 7.
  • Fase volo = 7: Il volo è terminato, il log è completo e può essere spedito all'interfaccia medgest e successivamente all'hub o alle varie iniziative.

TOP

Il log di MEDacars

Durante le varie fasi di volo, se andiamo sul tab "Report Real Time" possiamo vedere la compilazione del nostro LOG in diretta.

Alla fine del volo (dopo lo stop log e quindi in fase 7) sarà possibile inviare il log all'interfaccia medgest premendo il tasto "Send Log". L'invio salverà automaticamente una copia del report.dat nella cartella "File DAT" di MDA.
Volendo è anche possibile salvare il report in formato testuale (ordinato con due criteri diversi), premendo il tasto "Salva Report txt" questi file di testo saranno salvati nella cartella "Report testuali".
Ad un successivo riavvio di MDA, il report sarà ancora disponibile e lo resterà fino a quando non si inizia un nuovo volo.

Come inviare un report vecchio:
Dovesse servire di inviare nuovamente un report vecchio, basterà andare nella cartella "File DAT", recuperare il report che ci interessa (riconoscibile dalla data) e copiarlo nella cartella principale di MDA. Una volta copiato dovremo rinominarlo report.dat
NOTA: se dal sistema operativo non fossero visibili le estensioni per i file conosciuti (da
Strumenti > Opzioni cartella > Visualizzazione) il file andrà rinominato semplicemente report
A questo punto, lanciando MDA, ci ritroveremo il report richiesto nella finestra dei report e potremo nuovamente fare il send log.
Nota bene: per poter rispedire un report vecchio è tuttavia necessario che non siano stati rimossi i file della traccia presenti nella cartella "File Google Earth". Qualora fosse presente è anche necessario non rimuovere i file nella cartella "File IVAO". Se questi file vengono rimossi, spostati o rinominati, l'invio dei precedenti report (associati a questi file) non è più possibile.

Come inviare un pirep su IVAO:
Per poter spedire un pirep su IVAO dovete innanzitutto essere iscritti sul VAS della compagnia.
Una volta terminato un volo su ivao avrete la possibilità di spedire oltre al report anche il pirep del volo. Basterà premere il tasto "Invio Pirep" e verrà aperta una pagina con tutti i campi già impostati.
Quindi con due semplici click potete inviare sia il report alla compagnia che il pirep.
NOTA BENE: al primo invio del pirep vi verrà chiesto di inserire il vostro VID IVAO, ovvero il codice che inserite anche per la connessione con IVAP. Si raccomanda di digitarlo con attenzione e di non sbagliare questo codice. In caso di dubbi chiedete sul forum!!!

TOP

Traccia Radar MDA

MEDacars ha il suo radar specifico. Non importa che noi voliamo su un network piuttosto che un altro, o addirittura scollegati dalla rete. MDA compila la sua traccia lato client. La traccia viene poi trasmessa al server alla fine del volo insieme al report e diventa così disponibile per la consultazione.
La traccia MDA è tridimensionale, quindi avrà sia il profilo orizzontale che verticale sulla base di un immagine satellitare. Tenendo premuto il tasto centrale del mouse, oppure usando i tasti sull'immagine potete cambiare prospettiva, avvicinarvi fino a vedere gli aeroporti da dove siete decollati e tutti i luoghi che avere sorvolato.
Nell'esempio che segue si vede un volo VFR del Tour in Alaska. Si possono notare in lontananza i due scali intermedi.

La traccia sarà disponibile dopo l'invio del report e verrà mantenuta sul server per alcuni giorni. La lista dei voli presenti sul server la potete vedere qui, oppure premendo il tasto "Tracker" di MDA. Nella sezione report invece troverete un pulsante "Traccia Volo" che visualizzerà la traccia dell'ultimo volo inviato, fino a quando non se ne inizia uno nuovo.

In quest'altro esempio è possibile vedere l'arrivo sulla pista 36R di Dallas

In quest'altro esempio è possibile vedere addirittura il  taxi sulla pista di KIAD.

Nell'ultima versione del Tracker (MDA 1.0 UPD05) potrete vedere l'icona di un piccolo aereo in cima ad ogni battuta della traccia. Cliccando sull'icona otterrete molte informazioni di quel preciso istante del volo.

TOP

Pannello MDA

Avete presente il pannello digitale in stile "lunare" che compare in alcune pagine di Medgest?

Nella filosofia di MEDacars, che non vuole essere soltanto un compilatore report, ma anche un utile strumento di volo, ho pensato di ispirarmi a questo pannello "futuristico" per fornire tutta una serie di informazioni che possono esserci utili durante il volo.

La prima cosa che mi è venuta in mente, sono i metar degli aeroporti, ma poi una cosa tira l'altra e così il pannello è diventato un ricca fonte di informazioni.

Vediamo brevemente cosa compare sul pannello:

Partendo dal basso a sinistra troviamo i metar, inseriti in tre "text box" da cui è possibile anche fare un copia/incolla. Subito sopra troviamo una finestrella con Ground Speed, altitudine, radar altitudine, temperatura esterna/temperatura di rugiada (Dew point).

Al centro del pannello troviamo l'HDG reale (indipendente dalla declinazione magnetica), i valori del vento (provenienza e intensità). La casella del vento si colora a seconda dell'intensità. Quindi abbiamo le coordinate della nostra posizione, e la data e l'ora dell'orologio di FS.

A destra in basso troviamo le distanze da tutti gli aeroporti del piano e il tempo stimato di arrivo sia per la destinazione che per l'alternato.

Subito sopra abbiamo il fuel computing che ci fornisce un'accurata analisi del carburante: il carburante ancora nei serbatoi, il consumo calcolato in Kg. per ora, il totale del carburante usato, e l'autonomia ovvero il tempo rimanente prima di restare a secco.

Dalla versione 2.5 sono stati aggiunti anche altre variabili tra cui il tipo di terreno, utile per capire se ci sono anomalie sulla pista dello scenario vedi nota

Le due finestrelle in alto invece trattano la gestione economica che vedremo nel successivo paragrafo.

In alto a sinistra del panel è presente la scritta "MEDacars Panel Working" che vedrete lampeggiare. Ad ogni lampeggio avviene l'aggiornamento di tutti i dati del pannello tranne che i metar e la gestione economica che vengono invece aggiornati ogni minuto.

A segnare il minuto è presente una barra di scorrimento sotto la scritta. Quando arriva in fondo Metar e Gestione Economica vengono aggiornati.

Quando il panel è funzionante una scritta lampeggiante compare anche sulla finestra principale.

Quando invece il panel viene ridotto a icona nella systray il pannello va in standbay, e l'avviso sulla finestra principale smette di lampeggiare.

Sebbene non consumi molte risorse, se non viene utilizzato, è meglio ridurre il panel nella systray in modo che vada in standby, oppure chiuderlo e riaprirlo quando serve. In questo modo non si sprecano risorse inutili.

 

TOP

Gestione Economica

MEDacars implementa anche una sorta di gestione economica dei voli vagamente ispirata al programma  FSPassenger.

NOTA BENE: per il corretto funzionamento della gestione economica è necessario valorizzare il flag Cargo nel caso si voli con un aereo cargo.

Al momento la gestione economica del volo (soggetta ad aggiornamenti) funziona in questo modo:

  1. Viene attivata per tutti i voli eseguiti con aerei Jet e Turbo propulsione. Gli aerei ad elica e gli elicotteri sono esclusi.
  2. Al momento dello start log, il programma va a leggere il Payload totale dell'aereo e ne deduce il numero dei passeggeri (considerando una media di 70 kg. + 30 Kg. di bagaglio a persona) (vedi paragrafo successivo per avere istruzioni più dettagliate). Nel caso di un volo cargo (marcando il flag apposito) i passeggeri ovviamente diminuiscono notevolmente e si considera il guadagno sul carico. Questi dati possono essere letti nella finestra a sinistra in alto del panel MDA.
  3. In base alla distanza si stabilisce nella maniera il più possibile realistica:
    a) il prezzo del biglietto che viene poi moltiplicato per il numero dei passeggeri
    b) le spese per l'assicurazione
    c) le tasse aeroportuali
    d) una tassa del 30% sul guadagno dei biglietti se non si effettua un volo codificato in Timetable (vedi oltre)
    e) le spese di manutenzione ordinaria dell'aereo
    f) altre spese derivanti da multe o danni alla struttura dell'aereo (vedi oltre)
    g) il costo del carburante che si aggiorna durante il volo
    Tutto questo si trova nella finestra a destra in alto del panel MDA.

  4. Alla fine del volo si rifanno i calcoli e si riporta tutti i dati anche sul report.

Nota: In caso di atterraggio su alternato il calcolo finale sul report potrebbe essere diverso da quello del panel, in quanto il panel fa i suoi conti sulla distanza tra aeroporto di partenza e di arrivo, mentre il calcolo finale avverrebbe sulla distanza partenza-alternato.

Multe , danni alla struttura dell'aereo e tassa volo "LIBERO".
NOTA BENE: Le multe di questa sezione sono a carico della compagnia!

  • multa di 250 euro in caso di superamento di 300 nodi sotto i 10.000 piedi. fate quindi attenzione a non superare mai i 300 nodi di IAS quando vi trovate sotto FL100!
  • multa di 250 euro in caso di superamento di 270 nodi con carrello abbassato o flaps non retratti.
  • multa di 250 euro se non si arriva con abbastanza carburante. Necessari almeno 30 minuti di autonomia.
  • La stessa multa di 250 euro si avrà anche in caso di autonomia eccessiva, in particolare:
    - 120 minuti sarà il limite massimo per i voli inferiori alle 500 miglia.
    - 180 minuti sarà il limite massimo per i voli tra le 500 e le 1000 miglia
    - 240 minuti sarà il limite massimo per i voli superiori alle 1000 miglia.
  • multa di 250 euro se si ha uno stallo durante il volo
  • multa di 250 euro per discese con rateo inferiore a -6.000 ft/min
  • multa di 300 euro se i passeggeri imbarcati sono inferiori al 40% della capienza dell'aereo. In questo caso, al momento dello start log, la label pax sulla finestra principale sarà di colore rosso. NOTA: la multa non viene assegnata in caso di volo cargo o in caso di radunto con codice aereo generico "RAD".
     
  • Danni al carrello derivanti da una eventuale uscita di pista durante il decollo o l'atterraggio (vedi nota)
  • Danni al carrello per atterraggio duro (oltre -600 ft/m) che saranno ovviamente proporzionali alla dimensione dell'aereo e alla durezza dell'atterraggio
  • Mediterranea ha una timetable con quasi 10.000 voli codificati. Ovviamente su queste tratte Mediterranea ha tutte le necessarie autorizzazioni. Invece per eseguire un volo non codificato e presumibilmente appartenente ad un altra compagnia, Mediterranea dovrà corrispondere una tassa del 30% sul guadagno dei biglietti per voli non codificati (codice volo LIBERO).
    La tassa sul volo LIBERO non sarà applicata per i voli effettuati durante i raduni autorizzati Mediterranea. Infatti per i voli effettuati durante i raduni vengono richieste le necessarie autorizzazioni da Mediterranea nonostante il volo sia codificato come LIBERO.

Multe a carico del pilota

  • Multa per danni al carrello in caso di atterraggio brusco (oltre -600 ft/m). I danni saranno proporzionali alla durezza dell'atterraggio. Per atterraggi molto duri e con aerei di categoria elevata, possono arrivare anche a cifre considerevoli. Per questa ragione anche il pilota (con almeno 35 ore di volo) verrà multato in caso di danni al carrello (ovviamente solo se spedisce il report). Se il pilota non ha abbastanza soldi per pagare la multa, non potrà spedire il report. 
    Questa la tebella delle multe in lire virtuali per il pilota:
    -ft/m > di  CATEGORIA AEREO
    A B C D E
    > 600 500 3.000 10.000 50.000 80.000
    > 800 1.000 10.000 50.000 100.000 150.000
    > 1.000 2.000 50.000 150.000 200.000 300.000
    > 1.300 10.000 100.000 300.000 500.000 800.000
    > 1.600 20.000 300.000 500.000 1.000.000 1.500.000
    > 2.000 100.000 500.000 1.000.000 2.000.000 4.000.000
  • Con valori superiori a 2.200 ft/min. il report viene interrotto per incidente aereo.
     
  • In caso di danni al carrello derivanti da una eventuale uscita di pista durante il decollo o l'atterraggio NON vengono addebitate multe al pilota.
     

Punteggio di MDA

Condotta del volo
Lunghezza del volo da 1 a 10 punti. Circa un punto ogni 100 miglia di volo con limite massimo di 10 punti
Overspeed 3 punti di bonus se durante il volo non si sono avuti overspeed
Discesa dolce 3 punti di bonus se la discesa non supera i -4000 ft/m di Vertical Speed
Limite velocità 4 punti di bonus se non si superano i 270 nodi sotto 10.000 piedi (rilevati a qnh standard!).
Pax imbarcati > 80% 3 punti di bonus se i pax imbarcati sono superiori all'80% della capienza dell'aereo. NOTA BENE: Questo bonus non viene assegnato in caso di voli cargo o nei raduni con codice aereo generico RAD.
Corretto uso delle luci 2 punti di bonus se si fa un corretto uso delle luci. In particolare le Beacon Lights dovranno essere accese prima di iniziare il taxi e dovranno essere spente prima dello stop log. Le landing lights dovanno essere accese in decollo e atterraggio, sotto i 10.000 piedi e spente sopra i 10.000 piedi e prima dello stop log.
Corretto uso del transponder 2 punti di bonus se si fa un corretto uso del transponder MDA. In particolare il transponder di MDA dovrà essere acceso prima del decollo e dovrà essere spento dopo l'atterraggio. NOTA BENE: Il transponder deve essere attivato da MDA.
Ottimo Touch
Ottimo Touch 5 punti di bonus per touch superiori a -250 ft/m
10 punti di bonus per touch superiori a -100 ft/m
Multe -5 punti di penalità ogni multa o danno subito
-3 punti di penalità per volo LIBERO (escluso nei raduni)
En Plein Dalla versione 5.0 in caso di punteggio pieno (tutti i bonus e nessuna penalità - 37 punti) viene assegnato un ulteriore bonus che porta il punteggio a 70 punti!

NOTA: il punteggio MDA è legato alla gestione economica quindi viene attribuito soltanto nei voli in cui è presente la gestione economica!


Anche chi vola in modalità sconnessa non potrà accedere alla gestione economica in quanto alcune caratteristiche, come ad esempio il costo del biglietto, vengono gestite in rete. Pertanto i piloti autorizzati a volare sconnessi non potranno usufruire della gestione economica e del punteggio di MDA.

Nota passeggeri imbarcati: Per avere il bonus per i passeggeri imbarcati superiori all'80% della capienza dell'aereo ma inferiore al 120%, controllare che la label pax sulla finestra principale di MDA sia di colore verde e non giallo o rosso (in caso sia rossa ci sarà la multa).
NOTA 2: Se il carico dell'aereo è eccessivo (oltre il 120%) la label ritorna gialla e si perde il bonus, anche se sul display appare che l'aereo è caricato al numero massimo di passeggeri.
Ricordare quindi che per avere il bonus pax la label dovrà essere sempre di colore verde.

Nota su luci e transponder: Il transponder di MDA è indipendente, quindi per essere attivo dovrà essere attivato dall'apposito interruttore di MDA.
Per quanto riguarda le luci invece sono collegate al simulatore ed è indifferente l'attivazione da MDA o dal pannello dell'aereo. Tuttavia ai fini del bonus fa sempre fede la situazione rilevata su MDA.
In caso di problemi con alcuni aerei payware, dal menù opzioni di MDA è possibile scollegare le luci dal simulatore. In questo modo l'accensione delle luci è indipendente ma dovrà essere fatta sia da MDA che dal simulatore esattamente come avviene per il transponder. Anche in questo caso, ai fini del bonus, fa sempre fede la situazione rilevata su MDA.


Gestione economica MDA e Medgest: anche Medgest tiene conto della gestione economica della compagna e compila il suo budget annuale.

Nota: la valuta ufficiale Mediterranea sono le lire virtuali Mediterranea, mentre la valuta di MEDacars è l'euro. Come per l'MVT il cambio viene fissato a 1 Lira Mediterranea = 10 Centesimi di Euro.

Voci del budget:

  • Uscite derivanti dal pagamento stipendi (compenso voli): sono le lire virtuali Medit (trasformate in euro) che vengono assegnate ai piloti come compenso del volo (compenso + bonus vari).
  • Entrate derivanti dai voli (MDA): sono le entrate in euro derivate dalla gestione economica di MEDacars (alla voce TOTALE.... del report)
  • Guadagno compagnia (fondo hangar): la differenza tra entrate e uscite delle due voci precedenti. Questa voce andrà a costituire il "fondo hangar", simbolico ma realisticamente necessario alla compagnia per l'acquisto di nuovi aerei o per la manutenzione degli stessi.
  • Fondo comune Mediterranea: derivato dalle commissioni del Virtual Trading Mediterranea, dai voli non retribuiti (per mancanza di traccia radar), dall'acquisto delle assegnazioni da parte dei piloti ecc. Questo fondo è di proprietà comune di tutti i piloti.

NOTA USCITA DI PISTA: Riguardo all'uscita pista in decollo o in atterraggio si precisa che il rilevamento avviene qualora durante il decollo o l'atterraggio venga rilevato una modifica nel tipo di terreno. Questo può portare anche ad un falso rilevamento qualora la pista incroci un'altra pista fatta di materiale diverso o qualora lo scenario presenti dei difetti.
Si precisa che l'eventuale problema non è quindi da attribuirsi a MDA ma eventualmente allo scenario utilizzato.
Per aiutare ad accertare eventuali anomalie dello scenario, dalla versione 2.5 è stato inserito un campo sul panel che permette di verificare il tipo di terreno di una pista.



Il campo è terrain e presenta un numerino che indica il tipo di superficie. Non è chiaramente importante che la superficie sia individuata in maniera corretta o sbagliata (molte volte può essere sbagliata), ma l'importante è che non vari lungo la pista utile al decollo o all'atterraggio.
Solo per curiosità si riporta anche la decodifica del numero della "surface". Non vi stupite comunque se troverete valori alquanto bizzarri ;-)
Ad esempio il valore 8 del panel (che dovrebbe corrispondere a snow) è stato rilevato sulla pista di Tunisi DTTA! (scenario freeware).



Nota 2: Oltre a quanto detto è stato anche aperto un thread sul nostro forum dove possono essere segnalati eventuali problemi di false uscite pista che, in caso non possano essere corretti sullo scenario, saranno corretti tramite la nuova patch inserita su MDA dalla versione 4.4

TOP

Come imbarcare passeggeri e bagaglio (payload)

Per imbarcare i passeggeri e il bagaglio (cargo) ci sono vari modi più o meno comodi.

Vediamo come primo esempio come fare se vogliamo imbarcare i passeggeri sul Boeing 737-400 di default.
Per prima cosa andiamo sulla tabella aerei e controlliamo il numero massimo di passeggeri per il 737-400:

Nome aereo iata icao cat grado minimo max pax sovrap.
biglietto
Boeing 737-400 pax 734 B734 C First Officer 168 0

Per il 734 vediamo che possiamo imbarcare un massimo di 168 passeggeri, attenzione quindi a marcare il giusto codice sulla casella "codice aereo" di MDA. Se indicassimo il codice generico 737 invece di 734 andrebbe ugualmente bene ai fini del report, ma MDA non potrebbe caricare più di 125 passeggeri. In altre parole per una corretta gestione economica è necessario indicare il modello esatto di aereo che stiamo utilizzando.

Possiamo anche vedere che non c'è sovrapprezzo sul costo del biglietto per questo aereo. Questo accadrebbe se usassimo aerei particolari, tipo il concorde o certi business jet.

Come abbiamo già accennato, per ogni passeggero dobbiamo considerare 70 kg. di peso + 30 Kg. di bagaglio (o cargo).

Supponiamo quindi di voler imbarcare 154 passeggeri così suddivisi:
2 piloti = 70 + 70 kg.
4 Hostess = 280 kg.
8 passeggeri in prima classe = 560 kg
140 passeggeri in seconda classe = 9.800 kg

Dal menu di fs andiamo a modificare il payload

Iniziamo con l'imbarcare i due piloti, le hostess e i passeggeri in prima classe

Quindi proseguiamo con i passeggeri di seconda classe

Dividiamo i 140 passeggeri nelle due "station" Coach 1-16 e Coach 16-29 e mettiamoci 70 passeggeri per una. Quindi 9.800 kg / 2 = 4900 kg. per stazione.

Infine carichiamo il bagaglio (cargo). Abbiamo detto 30 Kg. a persona, quindi 30 x 154 = 4620 Kg.

Anche il bagaglio lo dividiamo nelle due "station" Forward Cargo e Aft Cargo, ovvero 4620 / 2 = 2310 Kg per stazione.

Diamo l'ok e come per magia vedremo i nostri 154 passeggeri caricati su MDA

***********

Se invece utilizziamo un aereo pay allora conviene usare il load manager che di solito tutti gli aerei pay hanno.

Facciamo l'esempio del Leonardo Maddog:

Carichiamo 100 passeggeri nell'apposita aerea PAX e BAGGAGE (50 + 50).

Quindi carichiamo il cargo, dobbiamo caricare 30 Kg. per 100 passeggeri, quindi 300 Kg.

Mettiamo 150 + 150 Kg. nell'apposita aerea "CARGO".

Diamo l'ok e quando caricheremo l'aereo su FS, MDA avrà i nostri 100 passeggeri già a bordo.

***********

Per concludere vediamo il sistema più semplice ovvero tramite l'utilizzo del load aircraft di FSPassenger (prodotto pay).

Teniamo aperti contemporaneamente il panel di MDA e il load aircraft di FSpassenger.

Nel caso in esempio stiamo caricando il Wilco 737-400. FSP ci propone 130 passeggeri in attesa al gate. In questa situazione iniziale il pannello di MDA segna 0 pax.

Iniziamo quindi a muovere i cursori di FSP e imbarchiamo i 130 pax. Vedrete che su MDA in tempo reale si aggiornerà il numero dei passeggeri.
Quando avremo finito non ci sarà probabilmente una corrispondenza tra FSP e MDA, perchè ovviamente manca il cargo.

Basterà quindi regolare in modo appropriato il cargo fino a quando il numero di passeggeri non risulti equivalente. A quel punto possiamo continuare il volo, speranzosi di un buon guadagno sia sulla gestione economica di FSP che su quella di MDA!

NOTA: può capitare (anche se raramente) che durante il carico il numero di passeggeri su MDA si blocchi su zero. Nel caso provate a caricare un altro aereo (tipo il cessna di default) e poi nuovamente l'aereo che state utilizzando, oppure provate a riavviare FS e MDA. Questa anomalia è in fase di studio e derivante probabilmente da un baco di fs.
NOTA2: dalla versione 2.2 upd02 il carico dei passeggeri viene indicato con un messaggio su FS al momento del taxi (al rilascio dei freni di parcheggio). Da quel momento viene registrato da MDA e la dicitura sul panel varierà da "Pax presume" a "Pax registered".

NOTA per ATR-72-500 di Flight1 Software: MDA gestisce fino a 59 station_load presenti nel file di configurazione dell'aereo (aircraft.cfg). Se le station_load sono di più (come nel caso dell'ATR-72-500 di Flight1 Software, che ne ha 73) occorre aprire il file .cfg e correggere semplicemente il parametro "max_number_of_stations=73" in "max_number_of_stations=59". In tal modo verranno considerate solo le prime 59 station_load. Ovviamente i pesi eventualmente presenti nelle station_load non considerate possono essere "addizionati" nelle station_load considerate, in modo tale che il totale del payload resti lo stesso. Tale "addizione" va fatta sempre entro il file .cfg, NON può essere eseguita invece con l'utility "Load and payload" di fs che, limitatamente alla sezione "Change Payload", manda in crash il simulatore se le station_load sono più di 37. Ovviamente se l'aereo è già caricato in fs, dopo il salvataggio delle modifiche al file .cfg occorre ricaricarlo. Per maggiori informazioni fare riferimento a questo post del forum.

TOP

Considerazioni sul realismo di gioco

Riguardo al realismo di gioco è bene fare alcune precisazioni riguardo al punteggio di MDA:

Il punteggio di MDA è stato programmato secondo un criterio che ai piloti più pignoli potrebbe apparire poco realistico in alcuni aspetti, però ogni criterio che stabilisce il punteggio non è stato scelto a caso ma seguendo una logica ben precisa.
Per fare un esempio prendiamo ad esempio il touch down:
come più volte discusso sul forum siamo perfettamente a conoscenza che il touch "perfetto" è quello che varia
tra -250 e -150 ft/m. mentre touch con valori superiori a -100 ft/m sono generalmente indice di una richiamata troppo lunga o di una discesa terminata sotto il sentiero. Allora è lecito domandarsi: perchè assegnare un bonus più alto a chi atterra ad es. a -50 ft/m? Semplice: perchè è più difficile farlo e richiede una sorta di "virtuosismo".
Riguardo invece ai bonus ottenuti per la velocità sotto i 10000 piedi o se non si scende ad oltre -4000 ft/m, sono limiti che costringono il pilota ad intervenire sugli automatismi dell'FMC o dell'MCDU (quando utilizzato) e quindi a impostare dei parametri diversi dallo standard dimostrando che è il pilota che comanda l'aereo e non il contrario!
In altre parole, se il pilota dimostra di avere il controllo dell'aereo, anche laddove i limiti imposti da MDA esulano dallo standard, ha diritto al bonus supplementare.
Anche riguardo ai possibili ordini impartiti dagli atc (volando in rete) riguardo a questi parametri, abbiamo più volte visto (c'è anche un post in evidenza in scuola di volo) che il pilota non è MAI costretto ad eseguirli in quanto potrebbe avere mille ragioni per non farlo.
Precisato tutto questo è anche evidente che un bonus non è una penalità, quindi se uno preferisce non seguire le limitazioni imposte da MDA, può farlo tranquillamente semplicemente rinunciando ai bonus supplementari.

Nella versione rilasciata ad agosto 2012 i limiti dei bonus sono stati modificati (vedi History programma).

TOP

Global CTA

Il global CTA è disponibile anche da MEDacars. Quindi, in caso di long range, possiamo utilizzare il Global CTA direttamente da MDA che ci darà anche gli avvisi sonori.

In caso non risultaste connessi al CTA, è sufficiente fare il login a medgest da I-Exporer e poi premere il tasto F5 (aggiornamento) sul CTA del programma, oppure riavviare MEDacars.

TOP

Inoltro Report

Dopo aver inviato il log di MedAcars, i dati sono trasmessi dal programma su MedgestIII e parcheggiati su di un Database in quanto MedAcars non può sapere se il report è da inviare all'hub oppure ad altre iniziative Award. 
Per questo motivo è necessario andare sulla pagina di interfaccia MedAcars/Medgest3 e scegliere dove trasmettere il report. Per entrare in questa pagina dovrete essere PREVENTIVAMENTE già connessi a Medgest con il vostro solito utente personale (MATR+ICAO).

A questo punto non ci resta che andare sul nostro libretto di volo e verificare che il report sia arrivato a destinazione.
NOTA BENE: Se per una qualsiasi ragione non volete trasmettere il log vi conviene cancellarlo per evitare di ritrovarlo anche al successivo invio. Per cancellarlo disattivate tutti i flag e premete il tasto INVIO, oppure premete l'apposito pulsante di cancellazione. Il log verrà cancellato senza essere trasmesso. In questo modo potete anche farvi spedire il report in posta, senza trasmetterlo all'Hub.

TOP

Traccia Radar MEDGEST
Accedi alla pagina

Oltre alla funzione del radar 3D integrato in MedAcars, lato MEDGEST è in funzione una pagina che mostra tutti i piloti MED in volo tramite MedAcars e che visualizza la traccia radar del proprio volo (se si sta volando).


L'unica condizione per poter usufruire e poter utilizzare questa nuova opportunità è quella di volare collegati in rete. In questo modo il nostro radar di MedgestIII registrerà la vostra posizione dandovi anche alcune importanti informazioni come la distanza che vi separa dalla destinazione e il tempo stimato per arrivarci. 
Inoltre nella zona in alto potrete vedere se ci sono altri piloti che stanno volando insieme a voi.

NOTA BENE: Coloro che non hanno la possibilità di volare con il collegamento di rete attivato produrranno dei report privi di traccia radar. Dal primo gennaio 2008 l'accettazione dei report privi di traccia radar sarà a discrezione degli HUBCAP e verrà concessa soltanto ai pochi piloti che hanno effettivamente grossi problemi a mantenere il collegamento attivo durante il volo oppure in quei rari casi in cui ci sono stati problemi tecnici sul radar Medgest che hanno impedito una regolare creazione della traccia radar. In tutti gli altri casi la presenza della traccia radar è da considerarsi OBBLIGATORIA.

EXPORT DELLA TRACCIA RADAR SU EXCEL: Il tracker viene periodicamente cancellato per motivi di spazio. Attualmente i movimenti vengono conservati per 12 giorni.
Se volete salvare il vostro tracker su un foglio elettronico tipo Excel, lo potete fare direttamente dalla pagina. 

AGGIORNAMENTO TRACCIA IVAO: Qualora stiate volando su Ivao, la traccia radar non risulti di colore verde, probabilmente si tratta di problemi sulla lettura della vostra posizione su Ivao. Per risolvere tale inconveniente il radar ha un apposito tool su cui fare click solo in caso di problemi.

TOP

Download del programma

Nota bene: Il programma dovrà essere attivato con una chiave di attivazione, altrimenti non funzionerà.

Ai piloti che dovranno fare il volo inaugurale verrà inviata via mail una chiave di attivazione provvisoria che gli consentirà di eseguire soltanto il volo inaugurale.

I piloti iscritti a Mediterranea, invece, dovranno connettersi a MEDGEST e aggiornare la presente pagina affinché compaia di seguito la procedura per l'attivazione del programma.

Attenzione: non risulti connesso a Medgest per scaricare la chiave di attivazione! Se sei un pilota iscritto devi connetterti a medgest e aggiornare la presente pagina. 

VERSIONE PER Flight Simulator
FS 2000 - FS 2002 - FS9 - FSX

Scarica il programma per FS (file zip)

 

_______________________________

SOUND (50 mega circa)
(inserire nella cartella sound di MDA)

_______________________________

TOOLS MEDACARS per Piloti MED
 

MEDAlt Programmino per la ricerca dell'alternato compreso nello zip di MDA
MEDmap The MED Client RADAR - download nota bene: il programma ha bisogno della chiave di MDA per funzionare, quindi deve essere messo nella stessa cartella di MEDacars, oppure se messo in un nuova cartella è necessario copiare in quella cartella la chiave di MEDacars.

Nota bene: Nel caso il programma venisse aggiornato ad una nuova versione ti verrà chiesto di scaricare la versione aggiornata. Sarà sufficiente scaricare lo zip e sovrascrivere i file presenti nella cartella di MEDacars. Non occorre farsi inviare una nuova chiave.

TOP

© Mediterranea Virtual Airlines, 2009 - 2019